Albicocca Pellecchiella: curiosità di una vera Campana
view_listApprofondimenti,
date_range ,
perm_identityda Pinto's Blog

Albicocca Pellecchiella: curiosità di una vera Campana

E' arrivato il momento della regina dell'estate 

Alle pendici del Vesuvio si raccoglie l’albicocca Pellecchiella, una delle cento varietà che si coltivano intorno al Parco Nazionale Vesuviano, dalle quali si distingue per dimensioni, sapore particolarmente dolce, levigatezza della buccia e colore che va dall’arancio al rosso intenso.

La Campania è la regione più importante, nella coltivazione di albicocche, con quasi 50.000 tonnellate di prodotto, proveniente per la maggior parte dall'area vesuviana, che rappresenta circa l'80% della produzione regionale.

48 calorie ogni 100 g di frutto: questo l’apporto calorico per un prodotto di stagione suggerito dai nutrizionisti anche per chi è a dieta ma generalmente molto apprezzato.  Ricco di minerali, potassio, betacarotene, Vitamina C e Vitamina E, ha conquistato ormai la Denominazione Geografica Protetta (IGP).

Il suo periodo di raccolta varia dai 40 ai 60 giorni e comincia già nella prima metà di giugno. La fragilità delle Albicocche fa sì che gran parte della produzione sia trasformata in succo e polpa, oppure in deliziosa confettura e canditi.

Ideale per la prima colazione, per la realizzazione di dolci o per essere abbinata a formaggi vaccini e pecorini giovani, la confettura (disponibile nel nostro shop online) è un classico delle conserve e amata da grandi e bambini. 

Idee per una colazione gustosa: cestini di pasta sfoglia ripieni di confettura di albicocca Pellecchiella

Occorrente:

confettura di Albicocca Pellecchiella

- 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare

- 1 uovo per spennelare

Procedimento:


Taglia la pasta sfoglia a rettangoli della grandezza che preferisci. Farcisci la metà dei rettangoli con un cucchiaino o più di confettura di albicocca Pellecchiella, cercando di non sporcare i bordi. Utilizza i rettangoli di sfoglia avanzata per chiudere il tutto e pratica dei taglietti verticali sulla superficie in modo da realizzare una piccola griglia che puoi modellare a piacere (come nell'esempio in foto). Utilizza l'uovo per spennellare la superficie dei cestini e inforna a 180° per 15 minuti. Una volta pronti, potrai servirli così o spolverare con zucchero a velo. In pochissimo tempo avrai preparato una colazione alternativa e la tua cucina profumerà di burro e dolci albicocche

Provala e racconta in Instagram questo tuo viaggio di gusto con il tag @pintoswine

Commenti

Lascia il tuo commento

* Required field