Aceto Balsamico di Modena: abbinamenti e usi in cucina
view_listRoot,
date_range ,
perm_identityda Blog Blog

Aceto Balsamico di Modena: abbinamenti e usi in cucina

Un ingrediente versatile per piatti raffinati

L’Aceto Balsamico di Modena è un prodotto di eccellenza tutto italiano di cui esistono diverse ricette in quanto il relativo disciplinare di produzione lascia un ampio margine di azione a chi lo produce.

Il territorio modenese in fatto di produzione di Aceto Balsamico vanta tradizioni antichissime e ricette diversificate tutelate dal marchio IGP per quanto riguarda l’Aceto Balsamico di Modenarealizzato con mosto e aceto di vino e una maturazione breve – e DOP per l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena – più pregiato, esclusivamente a base di mosto d’uva e un lungo invecchiamento – disponibili nel nostro shop online in tante varietà in grado di soddisfare i palati più esigenti.

Come utilizzare l’Aceto Balsamico di Modena

Si tratta di un ingrediente immancabile in cucina, in grado di condire i cibi esaltandoli; e non parliamo soltanto di cibi salati, così come la parola “aceto” lascerebbe intendere.

In generale è preferibile utilizzare l’Aceto Balsamico di Modena a crudo, in seguito alla cottura dei cibi. La quantità da impiegare varia a seconda dei gusti, ma è una buona regola quella di essere parsimoniosi perché anche l’aceto più “giovane” ha un gusto deciso che, in eccesso, potrebbe sbilanciare l’equilibrio dei piatti.

  • Con la carne: basta cuocere in padella una bistecca in modo semplice, oppure il petto di pollo grigliato, per conferirgli un gusto speciale con qualche goccia di Aceto Balsamico dopo la cottura.
  • Con il pesce: gamberoni, filetti, calamari cotti semplicemente su piastra assumono un gusto raffinato con un goccio di buon olio extravergine di oliva (disponibile nello shop online) e qualche cucchiaio di Aceto Balsamico.
  • Con il formaggio: in particolare con i formaggi pregiati extravecchi, come ad esempio il Parmigiano Reggiano 30 mesi, è una scelta molto raffinata quella di accompagnare le scaglie con qualche goccia di Aceto Balsamico.
  • Con le verdure: dall’insalata fresca, soprattutto se arricchita di frutta secca, come noci e nocciole, fino ad arrivare a un ricco contorno di verdure grigliate, l’Aceto Balsamico è sempre un grande esaltatore di gusto.
  • Con frutta e dolci: è ben consolidato l’abbinamento tra fragole e Aceto Balsamico, un matrimonio tanto ben riuscito che noi abbiamo sfruttato per la preparazione di un insolito risotto alle fragole; ricorrendo anche ad un altro connubio perfetto, quello tra cioccolato fondente e Aceto Balsamico, che vede la sua sintesi nei cioccolatini con Aceto Balsamico di Modena IGP disponibili nello shop online. Ma qualche goccia di aceto balsamico è buonissima anche sull’ananas appena affettato, ciliegie e la frutta estiva in generale. E per quanto riguarda i dolci, perfino sul gelato o su altri dessert al cucchiaio come ad esempio la panna cotta.

Insomma, l’Aceto Balsamico di Modena è un grande alleato perché consente, con poche gocce, di rendere prelibata e gourmet anche la più semplice delle portate.

E voi, come lo preferite?

 

Raffaella Caucci

Professionista in comunicazione specializzata in ambito food.

Autore unico del blog Profumo di Cannella

Commenti

Lascia il tuo commento

* Required field