Festa del papà? Appuntamento con la storia e la gola
view_listEventi,
date_range ,
perm_identityda Assistenza Clienti

Festa del papà? Appuntamento con la storia e la gola

Da Nord a Sud c'è un dolce che unisce

Marzo è alle porte ed è attesissimo per essere il mese della Primavera ma è anche il mese che celebra, il 19 marzo, la figura del papà o del babbo che ricorre nello stesso giorno di San Giuseppe, protettore dei padri di famiglia e giorno in cui, alcune leggende antiche, lo fanno coincidere con l'inizio della primavera e quindi con la fine della stagione grigia.

La ricorrenza è festeggiata in questa data in Italia e in altri paesi cattolici come la Spagna e il Portogallo ma è celebrata, ad esempio, la terza domenica di giugno in America, Filippine, Messico e Regno Unito. Nel giorno dell'Ascensione in Germania. Dunque una festa cara un po' ovunque. In Italia, la zeppola è diventata il simbolo di questa festività. Questo dolce amato da nord a sud trae le sue origini dalla fuga in Egitto di Giuseppe che per mantenere la sua famiglia preparava, friggeva e vendeva zeppole.

Oggi, fritta o al forno la zeppola classica e reinterpretata arriva sulle tavole di tutti, credenti e non ma soprattutto dei golosi non perdono occasione per organizzare incontri gastronomici. Il 19 marzo diventa un tam tam di vassoi di zeppole da assaggiare e regalare al babbo o da condividere con gli amici di nome Giuseppe o Giuseppina. Puoi servire questi dolci dorati e cremosi, su una foglia di Fico d'India in ceramica, proposta dal nostro artista in più colori.

Per sorprendere e prendere per la gola ogni papà, abbiamo predisposto quattro diverse confezioni regalo con specialità da più angoli d'Italia per stupire con gusto. Ogni confezione sarà curata in ogni dettaglio e arricchita con un manufatto a sorpresa della categoria Artsy. 

Scopri che cosa contengono i box regalo pensati per la festa del Papà

E se vuoi provare una variante per la preparazione delle buonissime Zeppole di San Giuseppe, leggi qui

di Floriana Schiano Moriello

            

 

Commenti

Lascia il tuo commento

* Required field